• Il Matrimonio a Sorrento

    La location ideale, una cornice unica per nozze da favola. Clicca e scegli la tua

  • Sposarsi con classe

    Un aiuto per organizzare le tue nozze da sogno? Chiedici come!

  • Natale a Sorrento

  • Sorrento, Capri, Massa Lubrense...

    ...Positano, Vico Equense, Piano di Sorrento, S.Agata sui due Golfi, Meta, S.Agnello...

Guida Sposi


Cerca Aziende


Hot links

Vecchie usanze e tradizioni


Storia e tradizioni del matrimonio »

Corredo

Fino a non molti anni fa,corredo nuziale sorrento sposi era ancora in uso, 8 giorni prima del matrimonio, che il futuro sposo accompagnato dai genitori si recassea casa della sposa in presenza di un testimone (di solito il parroco), qui si esponeva la dote e se ne stilava un elenco dettagliato.


Corteo nuziale

La sposa arrivava in Chiesa con un picoolo corteo di parenti e amici, all'uscita i due sposi si recavano a piedi verso il luogo dei festeggiamenti, seguiti da tutti gli invitati. Durante il tragitto venivano lanciati i confetti, e i ragazzini si azzuffavano per raccoglierli.

FOTOGALLERY


I matrimoni per procura

Una pratica diffusa a causa dell'emigrazione che, tra la fine dell'800 fino agli anni '50-'60 colpì l'italia, e alla quale non sfuggì la penisola sorrentina, fu quella di sposarsi per procura. Il matrimonio veniva celebrato nel paese d'origine e ivi registrato. In chiesa il sacerdote celebrava la funzione con la sposa in regolare abito bianco, mentre al posto dello sposo compariva un amico o un parente (di solito il padre); seguiva una breve festa. Quando i due sposi si ricongiungevano facevano foto da mandare ai parenti (la sposa reindossava l'abito bianco, oppure solo un simbolico velo).


La prima notte di nozze

La mattina successiva la prima notte, le due consuocere andavano a casa dei neo sposi portando qualcosa per la colazione. La madre di lui si recava in camera da letto per "ispezionare" le lenzuola. Se tutto era regolare, il giovane sposo faceva un regalo alla madre di lei, meritevole di aver preservato la purezza della sposa.




Storia e tradizioni del matrimonio »